Lo sapete? Dietro le quinte dello Sblocca Cantieri c’è (anche) il Testo Unico Edilizia

Spesso gli attori cenano a conti fatti, dopo lo spettacolo, e non discriminano di certo i cosiddetti avanzi. In Francia va tanto la ratatouille, e ci mettono un po’ di tutto: melanzane, pomodori, zucchine, riso, patate, formaggio (meglio se stantio), pane raffermo. In Italia il piatto più simile potrebbe essere la caponata o peperonata a seconda delle regioni; ciò che conta in questa ricetta è comunque cuocere tante cose assieme, così che il risultato sia un’amalgama dai sapori più vari e dai toni eterogenei. L’abbiamo presa da lontano, ma il senso è esattamente lo stesso: lo Sblocca Cantieri, in tutte le sue declinazioni e con tutti gli articoli modificati che contiene, è davvero un piatto che soddisfa tutti i palati. Riportiamo quindi alla vostra attenzione le ultime modifiche al D.P.R. n. 380/2001 (cosiddetto Testo Unico Edilizia).

Testo Unico Edilizia, cosa si modifica?

Lo schema del dl (che reca Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici e misure per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali) riporta principalmente le seguenti modifiche agli articoli:
2-bis (Deroghe in materia di limiti di distanza tra fabbricati);
65 (Denuncia dei lavori di realizzazione e relazione a struttura ultimata di opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso Continua a leggere

Source:: EdilTecnico

Share this post