Il killer dietro la siepe: quando una lite per il confine si fa tragedia

Se non avete mai giocato a Cluedo potete sempre rimediare. Maggiordomo, zia di terzo grado, bisnonna… chi sarà il sospettato numero uno? Ovvio, direte voi, siamo in Italia: il maggior indiziato è il vicino di casa, e il movente il più classico dei classici, una lite per il confine. Anche questa volta è andata così, e l’omicidio avvenuto nella comunità di Scandiano lo scorso 15 aprile si aggiunge alla lunga lista di delitti di questo tipo. Forse c’è un motivo preciso per cui si arriva a gesti estremi per un confine? Forse Giampiero Guidotti avrebbe potuto risparmiare la vita a Giorgio Campani, ex dipendente del comune di Scandiano?
Vediamo se la legge italiana c’entra qualcosa…

Lite per il confine: cosa dice il Codice Civile?

Può capitare che il muro di confine abbia bisogno di manutenzione, che il boschetto sia da potare, e solo allora ci si domanda chi sia incaricato a farlo e a chi competano le spese. Ricordiamo quindi che la maggior parte di questi problemi si possono risolvere determinando chi sia effettivamente proprietario di muro o siepe.
Di base bisogna distinguere tra muri di edifici e muri di fondi agricoli e citando il Codice Civile possiamo dire che il muro che serve Continua a leggere

Source:: EdilTecnico

Share this post